Menu

Rimini tra mare e cultura

Il Tempio Malatestiano di Rimini rappresenta una delle maggiori attrazioni di una città che di norma viene ricordata per un’offerta turistica legata al mare e ai luoghi di divertimento. In realtà Rimini racchiude nel suo territorio tesori di inestimabile valore. I Malatesti che vissero per quasi un secolo in quel territorio che oggi si chiama Romagna hanno lasciato testimonianze indelebili fatte di rocche e di biblioteche, come per esempio la Malatestiana di Cesena (Mémoire di Monde per l’Unesco). Il Tempio Malatestiano ha un fascino capace di catturare immediatamente il visitatore che al suo interno può scoprire tante opere e segreti come il Crocifisso di Giotto e affreschi di Piero della Francesca. Sorto dalla ricostruzione quattrocentesca di un'antica chiesa francescana, oggi ospita le spoglie di Sigismondo Pandolfo Malatesta, un nobile del luogo, che non lontano aveva a disposizione Castel Sismondo, una fortezza medievale edificata dai Malatesta, ora sede di eventi culturali.

Rimini è una città da scoprire guardando verso l’alto e osservando i muri dei molteplici monumenti che testimoniano la sua storia. A Rimini si cammina spesso sulla storia, senza che il visitatore se ne renda conto. Pochi anni fa, mentre si facevano ordinari lavori di manutenzione nel centro cittadino, è emersa dal nulla la “Domus del Chirurgo”, straordinario lascito della Rimini romana dove sono stati repertati gli strumenti del chirurgo che la abitava, oggi conservati nel vicino Museo della città. Sull’onda crescente dei visitatori della Rimini romana che si stupiscono delle auto che vi transitano sopra, si spera che ben presto si riuscirà vedere il Ponte di Tiberio pedonalizzata. Rimini è tutta da scoprire, basta percorrere la strada principale, dall’Arco di Augusto, il più importante del nord Italia, alla Piazza Tre Martiri, l’antico foro romano, dove Giulio Cesare parlò dopo aver superato il Rubicone. Oltre il ponte si apre il sipario sul Borgo San Giuliano, un luogo pittoresco dove si respirano le atmosfere di Fellini, nato 100 anni fa in questa città che si sta preparando a festeggiarlo con un cartellone ricco di eventi in sua memoria.

Leggi tutto

Matera, capitale europea della cultura 2019

“Open Future”, questo è il logo che dal 19 gennaio, Matera ha scelto per festeggiare la sua affermazione come “Capitale europea della Cultura 2019”. Il meritato successo le regala anche un altro primato: è la prima città del sud a fregiarsi di questo ambìto titolo. Per ottenerlo si è confrontata in una competizione con altre cinque città italiane (Ravenna, Cagliari, Lecce, Perugia e Siena), altrettanto belle e altrettanto meritevoli di vincere tale titolo. Dopo ben 6 anni dalla candidatura, l'annuncio ufficiale è arrivato il 7 ottobre 2014 da parte dell'allora ministro ai Beni e alle Attività culturali e al Turismo Dario Franceschini. Matera non sarà sola in questa avventura, infatti questa competizione prevede la condivisione del titolo con un'altra città, e in questo 2019 Matera si troverà in associazione con Plovdiv, cittadina della Bulgaria. Una bella soddisfazione per i materani che stanno vivendo la favola della rinascita di Matera con un impegno superlativo, ben consci del loro ruolo da interpretare al meglio, per sfruttare un'occasione e far conoscere la storia e le tradizioni di un piccolo grande gioiello del nostro Paese. L'ultima città italiana ad aver ottenuto questo prestigioso riconoscimento, è stata nel 2004 Genova che in quel periodo ha restaurato palazzi storici e costruito percorsi ancora oggi molto gettonati dal turismo culturale. Girovagando per Matera si vedono ancora innumerevoli cantieri aperti per rendere più vivibile e accogliente la città dei Sassi. Il 2019 sarà per Matera un anno ricco di eventi di ogni sorta e che termineranno il 20 dicembre. La lunga kermesse si protrarrà per 48 settimane e avrà gli occhi del Mondo puntati su quei “Sassi” che nel passato ospitavano in condizioni di vera povertà una popolazione forte e laboriosa che oggi si è potuta riscattare ed è pronta a ospitare chiunque voglia ammirare le sue bellezze..

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok