Menu

Il fiume Rubicone, tra terra e cultura Featured

Savignano sul Rubicone Savignano sul Rubicone

Uno dei temi che appassiona e scalda gli animi dei romagnoli riguarda il corso di un fiume che riporta il pensiero all'antico Impero di Roma. In molti si danno un gran da fare per capire quale sia il vero Rubicone, conosciuto in tutto il Mondo per la celebre frase “Alea Iacta Est”, “il Dado è Tratto”, pronunciata da Giulio Cesare quando lo attraversò contravvenendo alle leggi di Roma. Il quesito impegna storici e cittadini di un territorio che si snoda tra le provincie di Forlì - Cesena e quella di Rimini, nella ricerca del più piccolo elemento che possa comprovare la tesi sostenuta dall'uno o dall'altro. Nella Villa Torlonia di San Mauro Pascoli, qualche anno fa si è celebrato un vero e proprio processo con lo scopo di attribuire la paternità di “Rubicone” al corso d'acqua che più ne aveva titolo. Una giuria popolare, dopo aver ascoltato le varie tesi degli storici, ha alla fine decretato essere l'Urgon, ovvero il Pisciatello che attraversa il quartiere che comprende la frazione di Calisese a Cesena e che oggi si chiama Rubicone. In questo luogo, d'altra parte, si trova anche una Pieve del X secolo che si chiama San Martino al Rubicone.
Di sicuro si sa che la sorgente è collocata nel comune di Sogliano al Rubicone, poi nel tempo il corso di quel rigagnolo ha subito diverse modifiche e, vista la sua notorietà, in molti hanno cercato di riconoscere nel fiume che attraversa il proprio territorio, il vero Rubicone. Quello che non potremo mai sapere con certezza è dove Giulio Cesare nel 49 a.C. pronunciò la sua celebre frase, ma il fatto che ancora oggi ci si appassioni così tanto, fa ben sperare in una soluzione. Sempre più frequentemente tornano alla luce nuovi documenti ma già sulle mappe Geografiche presenti nei Musei Vaticani (1581 – 1583), si intravedono le truppe che attraversano un fiume che è tra il Donegallia e il Pisciatello, nel comune di Cesena. Ma una nuova prova sembra venire da un disegno del territorio degli Stati Papali e della Toscana fatto nel periodo tra il 1841 e il 1843 dai geografi dell'epoca, nel quale si legge in modo chiaro il nome “Pisciatello o Rubicone”. Questi e altri documenti sono oggi di libera consultazione sul sito web “Mapire”, per cui ognuno potrà dare il proprio contributo all'appassionante diatriba studiando con cura ciò che vi si trova. Una delle curiosità più evidenti è che il fiume che attraversa la cittadina di Savignano al confine tra le provincie di Rimini e Forlì - Cesena, in quelle Mappe è indicato come il “Fiumicino”, a riprova di quanto si dice, ovvero che fu Benito Mussolini, per fare un favore a un amico, a modificare circa 80 anni fa quanto riportato sulla cartografia dell'epoca dove si trova Savignano di Romagna e non “sul Rubicone”.

torna su
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok