Dario Fo fu drammaturgo, attore, regista, scrittore, illustratore, pittore, scenografo e comico italiano (ph: W.Commons, D Frohman) 

Un museo per Dario Fo e Franca Rame

L'attualità dei classici in tempo di crisi
LUNEDI 14 GIUGNO 2021 | DI CLAUDIO VENTURELLI | TEMPO DI LETTURA: 2 MINUTI
*Questo articolo è uscito nel numero di Maggio-Giugno 2021 di Terre & Culture come Editoriale

In pochi anni se ne sono andati tutti e due, Franca Rame e Dario Fo, una coppia di artisti che ha lasciato un’enorme eredità in libri, quadri, spettacoli teatrali. Chi li ha conosciuti ha assaporato la loro energia sia sul palcoscenico sia nella vita di tutti i giorni. Sarà forse perché i loro lavori sono così numerosi che a tutt’oggi non è stato trovato uno spazio adatto ad ospitarli? Un quesito, questo che si spera trovi risposte al più presto. Sarebbe un regalo di portata internazionale destinato sia agli addetti ai lavori sia agli appassionati, ma anche materiale da studiare per gli studenti che hanno a cuore l’arte in tutte le sue sfaccettature. Un vero dono per dare l’opportunità a tutti di continuare a apprezzare le opere di Dario Fo e Franca Rame, una memoria da non disperdere. Un teatro nel quale si affrontano temi legati al territorio, alle disuguaglianze e all’ambiente e che ha ispirato tanti altri attori in tutto il mondo, non può e non deve essere dimenticato.

Per questo motivo la Fondazione Fo Rame ha lanciato una campagna di sensibilizzazione dal titolo evocativo UN (vero) MUSEO PER DARIO FO E FRANCA RAME.

L’obiettivo della Fondazione è quello di trovare una collocazione fisica e fruibile dal pubblico a cui destinare il vasto patrimonio lasciato dalla mitica coppia dell’arte italiana. “Abbiamo centinaia di opere d’arte di un Premio Nobel ancora chiuse nei cassetti, nelle casse e – quelle di maggiori dimensioni – imballate e stipate in depositi non idonei alla loro conservazione”, spiega il figlio Jacopo Fo, tra i maggiori promotori dell’iniziativa. “A Dario Fo era stato promesso dal Ministro in persona che si sarebbe trovato un posto più grande e più adatto ad ospitare i suoi capolavori”, prosegue, riferendosi a un accordo firmato nel 2016 con il Ministero della Cultura ma, a cinque anni di distanza, il progetto non ha ancora visto la luce. In molti hanno risposto all’appello e così in poco tempo autorevoli voci dal mondo del teatro, del giornalismo, della musica, della cultura e dello spettacolo, ha firmato e hanno inviato video testimonianze per ribadire l’importanza di istituire un luogo dedicato alla memoria di Dario Fo e Franca Rame. Qualcuno in passato sosteneva che con la cultura non si mangia, noi speriamo, invece, che a tutto il mondo della cultura che tanto ha sofferto in questo ultimo periodo segnato dalla crisi dovuta alla pandemia del Covid, venga concesso il giusto sostegno. 

Tags: ,